Connect with us
DIMMI

dimmi!

L’attività aerobica: un toccasana per corpo e mente

Bellezza

L’attività aerobica: un toccasana per corpo e mente

L’arrivo  del primo caldo e della bella stagione rende possibile iniziare il nostro allenamento all’aperto.

Risultati immagini per running

Il consiglio è privilegiare l’attività aerobica, poiché migliora anche le funzioni cognitive: più sangue arriva al cervello più vi è un incremento delle prestazioni mnemoniche. La sedentarietà della vita moderna mette sempre più le persone di fronte al dilemma se accettarne le conseguenze psico‐fisiche oppure aiutare il proprio fisico ritagliandosi il tempo necessario per fare un po’ di movimento.

Risultati immagini per running

In verità si sente sempre di più l’importanza del movimento intenso non solo fisico ma anche psichico, quindi miglioramento delle proprie capacità di coordinazione, espressione corporea ed emotiva, riequilibrio del peso corporeo associato all’aumento del tono muscolare.

Praticare uno sport non è sempre facile, ci sono le difficoltà legate al tempo, all’organizzazione del lavoro, agli spostamenti dettati dai ritmi della vita quotidiana.  La prima regola è quella di scegliere un’attività fisica che piaccia e che sia facilmente accessibile (camminare, correre, andare in bici ma anche ballare).

Risultati immagini per running

Il movimento è un alleato prezioso poiché non solo migliora il fitness aerobico, ma anche gli effetti positivi psicologici sia a breve che a lungo termine. La resistenza generale si può definire anche di lunga durata, ossia oltre i 10 minuti e può avere una durata illimitata. Negli adulti bisognerebbe superare i 30 minuti di lavoro quindi ecco i miei consigli per iniziare…

Innanzitutto suddividete il training in tre step:

1- la prima cosa da fare sarà cercare di correre lentamente per almeno 15-20 minuti in una stessa sessione di allenamento, anche fermandosi ogni tanto per riposare, per poi riprendere la corsa (ad esempio potrete fermarvi per 1 minuto ogni 3-5 minuti di corsa).

2 – quando prenderete confidenza con l’allenamento, potrete iniziare a diminuire la durata e/o il numero di pause da effettuare  durante la corsa. Man mano che continuerete a stimolare la resistenza in questo modo riuscirete a ridurre il tempo di recupero nella seduta sino ad eliminare del tutto le sospensioni (non prima però di due o tre settimane di allenamento).

3 – A questo punto si dovrà cercare di aumentare gradualmente la durata della corsa sino ad arrivare almeno a 30 minuti continuati, per poi inserire delle variazioni di ritmo. Risultati immagini per running

di Betty Lucchini

docente di scienze motorie e sportive e preparatore fisico

More in Bellezza

ERMANNODONADONI>
To Top