Connect with us
DIMMI

dimmi!

La scelta del NOME

Mamma

La scelta del NOME

“Che cosa c’è in un nome? Quella che noi chiamiamo rosa, anche chiamata con un’altra parola avrebbe lo stesso profumo soave.” – questo scriveva Shakespeare nel Romeo e Giulietta.

 

 

Eppure per chi aspetta un bambino la scelta del nome ha un’importanza del tutto particolare, può essere motivo di discussione con il partner (o con suoceri, genitori, amici troppo invadenti), ci permette di fantasticare ed è anche piuttosto divertente!

Non posso credere che non abbiate mai fatto delle ricerche relative al significato, alle origini del presunto nome che vorreste dare al vostro bimbo o bimba! Io ho iniziato al primo mese, accoppiavo possibili nomi al cognome per vedere come stavano insieme, cercavo il giorno del Santo corrispondente, provavo a tradurlo in altre lingue, facevo liste… insomma mi sono sbizzarrita non poco.

Eppure il nome che avrei messo al primo posto per mio figlio, mi è stato bocciato da tutti! Che rammarico. L’avrei chiamato Romeo, sempre per restare in tema shakespeariano, ma al solo sentirlo dire, la risposta unanime era: “er mejo del Colosseo”. Ergo Gli Aristogatti battono Shakespeare: 1-0 (come siamo caduti in basso), però non è un fatto da sottovalutare… il nome deve piacere a noi, verissimo, ma poi sarà nostro figlio a portarselo per tutta la vita.

Care future mamme, per fantasiose che possiate essere, pensate agli anni di scuola che la vostra creatura avrà davanti a sé, ai numerosi appelli a cui dovrà rispondere, alle potenziali “prese per i fondelli” alle quali potrebbe essere brutalmente sottoposta e riflettete bene, bene, bene sul nome che gli darete! Deve piacervi, senza dubbio, ma deve essere anche socialmente gestibile, altrimenti le farete un dono bruttissimo, che solo una volta maggiorenne e dopo peripezie burocratiche potrà cambiare.

More in Mamma

ERMANNODONADONI>
To Top