Connect with us
DIMMI

dimmi!

GRUPPI WHATSAPP e OTTIME ragioni per ODIARLI!

Pensieri

GRUPPI WHATSAPP e OTTIME ragioni per ODIARLI!

Mi sento molto ispirata mentre scrivo questo articolo. Mai come in questi giorni, infatti, sono bombardata da centinai di notifiche giornaliere dei vari gruppi in Whatsapp nei quali – li mortacci vostri – sono stata inserita: quello delle amiche, quello del lavoro, quello della palestra, della famiglia, dell’altro gruppo di amiche, della cena dalla vicina, del festa del nascituro… Ok, è ora di darci un taglio!!!

Premessa: chiunque tra i miei conoscenti si senta preso in causa non si offenda, sono ironica e vi voglio bene, ma devo sfogarmi. Sono infatti convinta che la questione gruppi stia sfuggendo di mano e avrebbe bisogno di una regolamentazione che stabilisca il giusto comportamento da adottare una volta che si viene inseriti in un gruppo.

L’invenzione del gruppo in sé, è obiettivamente geniale. Comunicare con più persone contemporaneamente è utile e comodo. Il problema è che spesso la conversazione degenera e si allontana dal reale motivo per il quale il gruppo sia stato creato, trasformandosi in una mitragliata di messaggi senza senso che tra numerino che appare, luce che si illumina e notifica sonora… vorresti scaraventare il telefono contro un muro!

Scusate l’acidità ma davvero, bisogna porre un freno a certa gente! Ecco quindi una vademecum veloce, semplice e breve, che racchiude qualche accorgimento per rendere la vita dei gruppi più facile e serena:

  • Se il gruppo si chiama “Iscrizione al corso di Pilates” gli unici messaggi ammessi sono: io ci sono, io non ci sono! Basta! Fine! Punto! Stop! Perchè invece, immancabilmente, arrivano messaggi di ogni genere con emoticon, foto, audio e piccioni viaggiatori? Quindi: COERENZA CON L’OGGETTO DEL GRUPPO.

  • Se devi organizzare una festa con 432 persone non è carino inserirle tutte nello stesso messaggio, soprattutto se i vari partecipanti non si conoscono nemmeno. Mi rendo conto che creare vari gruppi sia scomodo ma vi assicuro che ricevere conferme di partecipazione da perfetti sconosciuti durante l’arco di una giornata fa saltare un po’ i nervi, senza contare che così facendo mezzo mondo avrà il mio numero di telefono. Quindi: RISPETTA LA PRIVACY.

  • Se siete inseriti in un gruppo per la pizzata del venerdì in cui ci sono diverse persone, perchè vi salta in mente di rivolgervi solo a Laura per parlare dei cavolacci vostri? Se ho qualcosa da dire a una persona in particolare… scrivo solo a lei!!! Quindi: LAVATEVI I VOSTRI PANNI NEL GRUPPO GIUSTO

  • Questa è una regola che vale in generale per Whatsapp, quindi a maggior ragione per i gruppi:
  • perchè

    dovete

    mandare

    52

    messaggi

    per dire

    semplicemente

    Sì, ci sono!?

  • Avete presente che così facendo se uno non guarda il telefono per mezz’ora si ritrova con 142 notifiche che per leggerle tutte ci vogliono 2 ore e quindi  si arrende, non legge niente e perde il senso della conversazione ma comunque riceve le notifiche e quindi sclera ancora di più!?! quindi: MESSAGGI BREVI NELLO STESSO INVIO.

  • Oltre ai gruppi – soprattutto se siete donne non negatelo! – esistono i gruppi collaterali (chiamiamoli, sottogruppi) per parlare male di qualche membro del gruppo principale. Ok, divertente, lo facciamo tutti, non c’è niente di male… ma il rischio che io scriva: “Hai visto cosa ha osato dire quella cretina della Roby” nel gruppo in cui la Roby è presente.. è altissimo! Quindi per evitare che si scateni la terza guerra mondiale: LIMITA I GRUPPI ACIDI DI INSULTI AL PROSSIMO.

  • I messaggi audio. Perchè Dio hai voluto punirci con i messaggi audio. Che nella maggior parte delle volte non puoi ascoltarli perchè sei in ufficio e quelli si accumulano inesorabilmente che per ascoltarli tutti devi prendere 2 giorni di ferie. Quindi: MESSAGGI AUDIO SOLO IN ORARIO NON LAVORATIVO.

Che quelli di Whatsapp poverini ci hanno anche provato a fornire l’opzione “silenzia” ma è quel numerino rosso che segnala le notifiche e continua a aumentare, che proprio ti fa impazzire!

Quindi, alla fine, l’unica cosa che ti resta da fare è: ABBANDONA IL GRUPPO, generando lo sdegno dei partecipanti. Ma tanto non cambia nulla perchè la settimana successiva verrai inserito in un altro gruppo dell’amico che compie gli anni… e tutto inizierà à da capo!

More in Pensieri

ERMANNODONADONI>
To Top