Connect with us
DIMMI

dimmi!

Combattere l’allergia dal fruttivendolo? Si può!

food&design

Combattere l’allergia dal fruttivendolo? Si può!

Ce lo ripetiamo ogni anno e ogni anno ci ricaschiamo: l’anno prossimo basta occhi arrossati e naso che cola, l’allergia la prevengo, non aspetto che il polline intasi l’aria in primavera!

Se siete stanchi di spendere cifre astronomiche per i medicinali e di essere sul punto di addormentarvi a causa dei farmaci antistaminici, indipendentemente dalle circostanze (un primo appuntamento, una riunione con il capo, sul finire dell’ultima puntata della vostra serie preferita…) andate al supermercato o dal vostro fruttivendolo di fiducia e munitevi di frullatore.

sconosciuto_4

Frutta e verdura, infatti, aiutano il meccanismo di risposta del nostro corpo agli allergeni, inibenti il rilascio di istamina.

Quello che serve al nostro corpo sono infatti sostanze quali la VITAMINA C o i FLAVONOIDI (in particolare la QUERCITINA).
Per farvi una bella scorpacciata di vitamina c e quercitina mettete nel frullatore, a vostro piacimento e quantità, dando un po’ sfogo alla fantasia, elaborando sempre nuovi accostamenti: arance, fragole, pompelmi, limoni, kiwi, mele, ribes nero è una grattata di zenzero. Ed ecco che ottenete centrifugate sorprendentemente deliziose e nutrienti, da accompagnare magari con una generosa ciotola di lattuga, pomodori, finocchio, peperoni e carote, oppure un piatto tiepido di broccoli e cavolfiori.

sconosciuto_1
Al di là degli effetti antistaminici, la maggior parte di questi alimenti sono anche ricchi di antiossidanti che difendono dai radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare.

sconosciuto
Per completare la nostra cura fai-da-te non vanno dimenticati il tè verde e il ROOBOS ( tè rosso africano); sempre restando in tema di infusi, non bisogna sottovalutare una semplice ricetta fatta con le foglie di basilico (fatte essiccare e messe in immersione in acqua bollente -30gr di basilico per un litro d’acqua) che può essere applicata sulle eruzioni cutanee al fine di dare sollievo dalla sensazione di prurito.

sconosciuto_2
In ultimo, ma non per importanza, provate a prendere due cucchiai di aceto di mele in un bicchiere di acqua per tre volte al giorno, pare sia indiscutibile il suo effetto antistaminico.
Se questo non bastasse allora il consiglio che mi resta è di fare una bella danza della pioggia e sperare che ai giorni di serena primavera si alternino piogge d’acqua che plachino le nevicate di pollini!

More in food&design

ERMANNODONADONI>
To Top