Connect with us
DIMMI

dimmi!

Un ASILO NIDO dove i nostri piccoli cresceranno A Piccoli Passi

BERGAMO

Un ASILO NIDO dove i nostri piccoli cresceranno A Piccoli Passi

Diventare madre è l’esperienza di vita più stravolgente ed eccitante per una donna, che si abbia atteso molto per diventarlo, o che lo si sia diventate senza averlo programmato, resta quella tappa dell’esistenza in cui tutto di noi si trasforma. Se prima che nascesse il nostro bambino molti dei nostri pensieri erano rivolti alle tutine da comprare e a come adattare lo spazio di casa al suo arrivo, quando lo abbiamo tra le braccia iniziamo a pensare al modo in cui vorremmo educarlo e a come desideriamo cresca.

Besides the pregnant part..I like the lighting a lot

Le nostre più grandi preoccupazioni ruotano attorno al fatto che non gli manchino mai gli stimoli adatti a sviluppare le sue capacità, che sorrida sempre e sia sereno, che impari a crescere seguendo le sue naturali attitudini. Passati i primi mesi di scoperte continue e simbiosi con noi e il nostro corpo, arriva un momento in cui dobbiamo già lasciarlo andare. E l’ansia e la tristezza ci assalgono.

Molte di noi hanno la fortuna di avere un lavoro a cui far ritorno, dopo i primi mesi di coccole ininterrotte e pensieri rivolti solo ed esclusivamente a quella piccola (GRANDE) parte di noi. Ed è proprio quando dobbiamo lasciarlo nelle mani di altri, che fanno capolino le preoccupazioni riguardo la possibilità che possa sviluppare atteggiamenti che consideriamo sbagliati, siamo terrorizzate che qualcosa possa andare storto in quello che è forse il periodo più delicato per la sua crescita (secondo solo all’adolescenza, ma a quella non vogliamo neppure pensare!), che possa diventare quel bambino che osservavamo sedute ad un bar e pensavamo “se avessi un figlio così, impazzirei”.

L’unico modo per far tacere queste ansie e andare al lavoro serene è scegliere il posto giusto, un posto in cui il nostro bimbo sia nelle mani giuste, dove chi ci sostituisce in quel momento possa solo fare del bene a lui e alla sua capacità di apprendimento, allo sviluppo corretto dei suoi sensi, dei suoi atteggiamenti nei confronti di chi e cosa lo circonda. Emanuela Perego, titolare del Nido A Piccoli Passi, da mamma qual è, conosce bene le ansie e le aspettative di noi mamme, perciò studia continuamente nuovi percorsi e laboratori per incrementare le possibilità di apprendimento e crescita dei nostri bambini, mettendo a disposizione un’offerta sempre più vasta e efficiente, avvalendosi della collaborazione con entità professionali anche esterne al nido.

L'immagine può contenere: una o più persone

Dallo scorso anno presso il Nido A Piccoli Passi hanno luogo degli incontri con l’associazione Moblarte, e davvero non potremmo immaginare un modo più affascinante di condurre i nostri bimbi alla scoperta del mondo. Aurora Mascheretti, mamma e colonna portante di Moblarte, con nel curriculum un master in arteterapia ad indirizzo psico-fisiologico integrato, fonda la sua attività con i bambini sullo sviluppo di un approccio di arti integrate con visione terapeutica, a sostegno di una pedagogia che abbia la “relazione” come valore fondante. Ma cos’è Moblarte?

L'immagine può contenere: una o più persone

“Si tratta di un atelier d’arte itinerante, perché durante le ore che trascorriamo in compagnia dei bambini delle scuole con cui collaboriamo, creiamo un vero e proprio spazio nel quale i bambini possano muoversi e attivare diversi tipi di stimoli, nel rispetto delle 7 intelligenze: quella linguistica, quella logico-matematica, musicale, spaziale, corporeo-cinestetica ed inter/intrapersonale. Tutto questo pare complicato a dirsi se riferito a dei bambini molto piccoli, ma ciò che facciamo non è altro che servire la loro libera esplorazione di materiali, forme, consistenze diverse. Tutto avviene al di là di una dimensione puramente didattica: nell’atelier nulla viene insegnato da noi ai bambini, sono i bambini che, approcciandosi ad uno spazio studiato e a materiali coerentemente disposti, imparano qualcosa di nuovo ad ogni incontro. Ad esempio, presso il Nido A Piccoli Passi abbiamo affrontato, nell’ambito dei laboratori sensoriali, il tema della carta: un materiale che i bambini conoscono già, si tratta di un elemento naturale e quotidiano, ma noi lo presentiamo loro come se fosse un “nuovo bimbo” dell’asilo. A loro disposizione abbiamo messo grammature, formati e tipologie diverse di carta, e glieli abbiamo offerti in modalità diverse: rotoli di cartone, carta da pacco, scatole… ma se il bimbo aprirà una delle scatole non sarà perché saremo state noi a insegnarglielo, lo farà da solo, così come da solo scoprirà che i rotoli di cartone possono rotolare, e così via. Inoltre, ogni bimbo lo farà a seconda della sua età, delle sue propensioni e attitudini, libero e custodito al contempo. Il nostro intervento si limita alla predisposizione, ad un’attenta supervisione e all’eventuale ri-sistemazione del setting.”

Risultati immagini per moblarte

Quella di Moblarte e del Nido A Piccoli Passi può dunque dirsi una cultura dell’infanzia attenta, un nuovo metodo di approcciarsi ai bambini e alla loro intelligenza, un approccio reso forte dalla preparazione e professionalità delle persone che lo applicano. E’ un metodo che conquista perché pur nella sua originalità ci dà sicurezza: la sicurezza che i nostri bambini sapranno entrare in contatto con il mondo che li circonda senza imposizioni, sfruttando la loro naturale curiosità, scegliendo essi stessi la via con cui farlo, e, soprattutto, al loro ritmo, a piccoli passi.

mamma

Photo credits:

pinterest.com

linkedIn.com

facebook.com

More in BERGAMO

BonaldiMotori
To Top