Connect with us
DIMMI

dimmi!

Quel “mostro” di DURIAN

Food

Quel “mostro” di DURIAN

Potrebbe sembrare il nome del cattivo di un cartone animato giapponese, ma non lo è! Avete mai sentito parlare del durian o durione? Ve lo presentiamo noi…

In italiano si chiama durione e si tratta di un frutto, molto, molto particolare! Se lo conoscete probabilmente è perché avete compiuto un viaggio nel Sudest Asiatico o perché, come me, siete fan sfegatati di “Orrori da gustare”, il programma condotto da Andrew Zimmern che visitando i vari Paesi del mondo, ne mostra le stranezze e prelibatezze culinarie.

Pensate che quest’uomo ha assaggiato qualunque cosa, trovandola gustosa o comunque mangiabile, ma il suo peggior nemico è proprio il durian! 

La pianta che lo produce, il durio, è tipica dei climi tropicali e cresce prevalentemente in Malesia, Indonesia, Thailandia, India meridionale, Singapore. Questo frutto, dal significativo peso che varia da 1 a 3 chili, il cui nome significa “spina”, è formato da un guscio spinoso, al cui interno i semi sono avvolti da una polpa cremosa di colore giallognolo. Ha davvero moltissime proprietà, contiene addirittura più flavonoidi di qualsiasi altro frutto esistente, utili nella prevenzione dei tumori.

MA! C’è un ma: il suo odore è talmente sgradevole e pungente da essere stato vietato in molti luoghi nei Paesi da cui proviene. E’ ad esempio vietatissimo introdurlo in aeroporti e hotel, metropolitane, luoghi chiusi in generale.

Eppure superato questo non facile scoglio, pare che il sapore sia totalmente diverso e difficile da descrivere: il durian è un frutto “soggettivo”, nel senso che suscita in chi lo mangia, sensazioni totalmente differenti: dolce e piccante allo stesso tempo, con un sentore alcolico, un mix tra vaniglia, mango, banana, spezie, gorgonzola e sherry, crema pasticciera… non vi bastano? Assaggiatelo e stilate la vostra lista personale di sapori!

Dove trovarlo in Italia?! Purtroppo non è semplice, ma in alcuni negozi etnici viene venduto congelato o mettendosi d’accordo con il titolare è possibile ordinarlo… Altrimenti prenotate un viaggetto A/R: un’esperienza dei sensi potrebbe essere una buona scusa!

More in Food

ERMANNODONADONI>
To Top