Connect with us
MILLE

dimmi!

Quanto sono belle le FILASTROCCHE!

Mamma

Quanto sono belle le FILASTROCCHE!

Filastrocche, filastrocche per tutti! Già pronunciare la parola mette allegria! Lo sapete che è un vero e proprio genere letterario?! In inglese si chiamano nursery rhymes e sono esattamente dei brevi componimenti, spesso in rima, usati per i bambini!

Ma le filastrocche, o se vi piace di più il termine anglofono e volete stupire le amiche mamme, le nursery rhymes (però pronunciatelo in maniera corretta o l’effetto maccheronico è assicurato) oltre ad essere belle e divertenti possiedono anche una funzione pedagogica. Fanno parte del filone imparare divertendosi, perché aiutano a memorizzare e insegnano a contare, a imparare i nomi delle dita della mano, ad esempio, dei mesi dell’anno, a interiorizzare dei concetti semplici, in modo divertente e non solamente mnemonico.

Schoolgirl

Ce ne sono alcune bellissime… eccovene una lista da poter usare coi vostri bimbi, le conoscevate già?!

FILASTROCCA DELLE DITA DELLA MANO:

Il pollice è caduto giù,
l’indice lo tira su,
il medio l’asciuga,
l’anulare prepara la zuppa
e il mignolino se la mangia tutta

FILASTROCCA DEI NUMERI:

Sette quattordici ventuno ventotto
questa è la conta
del paperotto.

Il paperotto
è andato in cantina
a cercare la regina.

La regina
è andata a Roma
a cercare la corona.

La corona
ce l’ha il re.

A star sotto tocca a te.

FILASTROCCA DEI MESI:

Gennaio ci copre di neve;
Febbraio è il mese più breve;
Marzo s’avanza col vento
ed ecco in April fiori a cento.

Maggio di canti risuona;
Giugno le messi ci dona;
In Luglio il grano è riposto;
al mar ce ne andiamo in Agosto.

Settembre ci fa vendemmiare;
Ottobre ci chiama a studiare;
Un mese assai triste è Novembre:
preghiamo per chi non c’è più.

Ma ecco festoso Dicembre
che porta il Bambino Gesù!

FILASTROCCA DI SANTA LUCIA:

Zitti, zitti fate piano
vien la Santa da lontano,
porta a tutti dolci e doni
soprattutto ai bimbi buoni.

Ma se un bimbo è cattivello,
oltre tutto un po’ monello,
nulla trova nel tinello.

Quindi bimbi birichini
diventate un po’ bravini,
e i cuoricini tutti spenti

con la Santa si fan contenti.
Grazie, grazie Santa Lucia,
il tuo incanto mi porti via.

Photo credtis:

canossianevilla.it

banggood.com

mentalfloss.com

sheknows.com

youtube.com

More in Mamma

BonaldiMotori
To Top