Connect with us
DIMMI

dimmi!

QUANTA FRUTTA SECCA TI SERVE?

food&design

QUANTA FRUTTA SECCA TI SERVE?

““Da un recente studio di alcuni ricercatori spagnoli, pubblicato sulla rivista “Archives of Internal Medicine”, la frutta secca, assunta nella dose di circa 65 grammi al giorno, può ridurre il colesterolo di circa 11 milligrammi per decilitro. Il beneficio maggiore viene riscontrato tra le persone che seguono una dieta sbilanciata verso i grassi saturi, come quelli provenienti dagli animali, per esempio carne, formaggi e uova.
Noci, nocciole, pistacchi e mandorle, sono in grado di migliorare la funzione della parete delle arterie, ridurre lo stress ossidativo delle cellule e il rischio di sviluppare il diabete nelle persone tendenti a iperglicemia””

Peccato che non sapremo mai quanto pesavano queste persone prima e dopo la ricerca!

Riflettiamoci insieme, dunque: le Mandorle secche 50 gr sono più di 250 calorie, le noci circa 300 calorie, i pistacchi idem, le nocciole pure, quindi con un apporto giornaliero di 65 gr di frutta secca ho un apporto calorico di circa 350 calorie, tanto per avere un’idea, o sei una persona a metabolismo veloce, quello che si dice un fast oxiders , o sei destinato alla ciccia e brufoli della nota pubblicità! (Come ben sa chi avvicinandosi al crudismo, da neofita, sottovaluta il potere calorico e riscaldante della frutta secca!)

Se poi consideriamo che con molta probabilità chi si trova in una situazione di dislipidemia ha già problemi di sovrappeso o obesità o aumento del grasso addominale, quindi si trova in una situazione di Sindrome metabolica, la domanda sorge spontanea, siamo certi che è uno dei migliori consigli nutrizionali da accogliere?

In situazioni come questa descritta, oltre a mirati consigli nutrizionali e alla integrazione di frutta secca, auspicata certo, ma non parliamo di 65 gr al giorno, in questi casi, dicevamo, è di grande aiuto la Fitoterapia, ci sono molte piante i cui fitocomplessi hanno una straordinaria azione nel riequilibrare la dislipidemia nel sostenere il fegato e il corretto funzionamento dei processi digestivi. Rivolgersi a un Naturopata che potrà abbinare consigli alimentari e Fitocomplessi è sicuramente una scelta più efficace del “faccio da me, tanto tutto quello che è naturale va bene”

Continue Reading
You may also like...
3 Comments

3 Comments

  1. psychiatric services beldenville wi

    maggio 8, 2018 at 9:45 am

    Look at that cat’s face, she understands she is proud to take action and what her occupation is.

    Such an excellent narrative.

  2. curso de micropigmentaçăo

    maggio 17, 2018 at 4:10 am

    Incrível Sua genuinamente incrível artigo ,
    tenho uma ideia muito clara sobre deste n.. http://bounskam-ez-h.blog.jp/archives/681301.html

  3. mac.cyberbyte.org

    maggio 22, 2018 at 8:53 pm

    Right here is the perfect site for anyone who would like to understand this
    topic. You understand so much iits almost toough too argue wioth you (not that
    I personally will need to…HaHa). You certainlky pput a fresh spin on a
    subject which has been discussed for decades. Wonderful stuff, just great!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in food&design

ERMANNODONADONI>
To Top