Connect with us
DIMMI

dimmi!

Per cortesia, posso usare la TOILETTE?

Life Style

Per cortesia, posso usare la TOILETTE?

Quante volte ci sarà capitato di trovarci a spasso per la nostra bella città, magari mentre facciamo shopping con le amiche o mentre corriamo da un appuntamento a un altro e improvvisamente ci serve d’urgenza una toilette?

Sono convinta che vi è capitato spesso, anzi spessissimo (se siete in dolce attesa le probabilità aumentano in maniera esponenziale). Cosa fate quindi? Entrate in un bar, ordinate un caffè o dell’acqua, una spremuta, qualsiasi cosa, pur di approfittare dei servizi.

Ma dobbiamo per forza consumare per poter usufruire del bagno?! Bella domanda! Me la sono posta un’infinità di volte. Sono stata tentata di entrare, spavalda, cercare con lo sguardo il cartello “toilette” e recarmici nel più breve tempo possibile, per poi uscire dal bar, sorridendo ovviamente al barista, senza però dover estrarre un euro dalla tasca.

Mai fatto! Mi sento sempre a disagio. Pare inoltre che per legge gli esercizi pubblici debbano sì dotarsi di toilette, ma non siano costretti a metterli a disposizione di tutti in maniera gratuita. Quindi o viene imposta una “tariffa pipì”, o il bisognoso ordina qualcosa, diventando così, in quell’istante cliente del bar o, in ultima istanza, ci si augura che la maggior parte dei gestori siano dotati di buonsenso, non obbligatorio per legge, ma certamente utile quanto le toilette!

 

More in Life Style

ERMANNODONADONI>
To Top