Connect with us
DIMMI

dimmi!

Life Style

NoN è la RAI

“T’appartengo ed io ci tengo
E se prometto poi mantengo
M’appartieni e se ci tieni
Tu prometti e poi mantieni
Prometto, prometti”

Era il 1994, è il ritornello della canzone “T’appartengo” di Ambra Angiolini, sorrido se penso che la so ancora a memoria, credo di aver consumato letteralmente la musicassetta. Ai tempi avevo 6 anni ed ero una fan sfegatata di NON E’ LA RAI!

Mi viene un piccolo brivido se penso che in questa frase ci sono due cose che i Millenials non sanno nemmeno cosa siano: musicassetta e “Non è la Rai”, ma chi come me è nata nei MITICI anni ’80 sa perfettamente di cosa sto parlando e con una lacrimuccia ricorda le ragazze di Non è la Rai e quanto ci hanno fatto sognare! Una lacrimuccia anche per Gianni Boncompagni, autore e direttore del programma, che ieri ci ha lasciati.

Un vero fenomeno di costume, così è stata definita la trasmissione andata in onda per 4 anni dal 1991 al 1995 su Italia1. Ve li ricordate i balletti? Le canzoni rigorosamente in playback? I giochi telefonici (erano tantissimi)?

Ma soprattutto io ricordo Ambra, giovanissima conduttrice, con il suo mitico auricolare che le permetteva di gestire il programma direttamente guidata dal direttore, Boncompagni appunto. A me vengono in mente le luci, i colori, le energia, la grinta delle ragazze e la positività che il programma trasmetteva alle ragazzine sedute sul tappeto come la sottoscritta, pronta a saltare e cantare (purtroppo non in playback) insieme alle sue beniamine.

Sono ricordi dolci, divertenti che hanno accompagnato la mia infanzia: volevo fare la ballerina, volevo partecipare a Non è la Rai. Non c’erano social, niene selfie, nessun profilo, solo tanta voglia di divertirsi e sognare ad occhi aperti. Non sono diventata ballerina (e nemmeno cantante per fortuna), ma sono felice di poter scrivere oggi un articolo dedicato alle ragazze di Non è la Rai e di ricordare ancora a memoria il testo di “T’appartengo”!

More in Life Style

ERMANNODONADONI>
To Top