Connect with us
DIMMI

dimmi!

Marrakech: La CITTA’ dei 5 SENSI

Viaggi

Marrakech: La CITTA’ dei 5 SENSI

Siete persone pacifiche e zen? Amate gli spazi ampi e silenziosi? Il contatto fisico vi disturba? Ecco… Marrakech non è la città che fa per voi!

Gente, tanta gente, caldo, un mix di profumi e odori, suoni, rumori e vociferare a più non posto, spezie colori e ancora caldo. Questa è Marrakech e questo è quello che la rende una città incredibili e sui generis!

Questo non vuole essere un articolo guida, di quelli ce ne sono decina nel web. Il mio intento è un altro: convincervi a visitare questa città tramite le sensazioni provate e che mai dimenticherò.

UDITO: Marra è la città del caos; nella piazza di Jemaâ el Fna si mescolano centinaia di rumori a decibel da discoteca: suoni di improbabili strumenti musicali, voci e canti urlati alla luna, ambulanti che vendono i loro prodotti culinari, incantatori di serpenti e di scimmie che ti cercano per una foto… un mix che nel complesso si trasforma in un unico suono indistinto, che fa da sfondo a una città che si popola al tramonto e proprio qui raggiunge il maggior splendore.

VISTA: Colori, colori, colori. Dei tessuti, delle spezie, delle case. Nei Souk troverete di tutto: da prodotti gastronomici locali ai meravigliosi gioielli d’argento, pelle, tessuti, spezie… tutto caratterizzato da una cosa sola: tinte forti, accese, luminose che trasformano questa città in un folle arcobaleno.

GUSTO: Ma quanto si mangia bene a Marrakesh? E a dirlo è una schizzinosa mangia male. Il cibo a Marra è legato alla strada, qui si mangia nelle bancarelle che popolano la strada, con le mani, senza troppi preliminari. Le spezie la fanno da padrone insieme al Tajine in cui si cucina sia pesce che carne. Spremuta fresca sempre la mattina e l’immancabile tè alla menta ti accompagna a tutte le ore del giorno.

TATTO: Ecco qui avrai giusto un appunto da fare: il popolo Marocchino ama toccare, tirare a se, gesticolare e coinvolgerti fisicamente nelle più disparate trattative commerciali. L’impatto ovviamente è abbastanza fastidioso ma vedre che che ci farete presto l’abitudine e anche questo diventerà un piacevole ricordo indissolubilmente legato a questa esperienza.

OLFATTO: E’ la ciliegina sulla torta. Si passa dal profumo delle spezie che aleggia perennemente nell’aria al pungente odore di sudore – parliamoci chiaro, a Marrakesh fa davvero caldo! I piatti oltre che a essere buoni sono incredibilmente profumati e, immancabile nel vostro tour, l’inebriante profumo proveniente dai tanti Hammam presenti nella città, in cui rilassarsi e lasciarsi coccolare da profumi mai sentiti prima.

State scegliendo la meta per il prossimo viaggio fuori porta? Per Marrakech bastano pochi giorni, ma le emozioni e i ricordi dureranno per sempre… ve lo posso assicurare!

CREDITI FOTOGRAFICI: Giovanni Spreafico

More in Viaggi

ERMANNODONADONI>
To Top