Connect with us
DIMMI

dimmi!

Mamma, da grande voglio essere un COOL HUNTER!

Life Style

Mamma, da grande voglio essere un COOL HUNTER!

E’ una di quelle occupazioni che rientra a pieno merito nel novero dei lavori di nuovissima generazione, nati grazie all’avvento di internet e sopratutto dei social. Chi mastica un po’ di inglese sa benissimo che hunter significa cacciatore, anche se in questo caso non c’entra nulla con i poveri animali.

 Si tratta infatti di cacciatori, o meglio ricercatori, di ciò che è cool, che è fico, di tendenza.

 

 

Il termine è originario dell’ambito del marketing, in sostanza è una persona che si occupa dell’osservazione delle tendenze e dei modelli culturali che si stanno formando o evolvendo nei media, nella moda e più in generale nelle pratiche quotidiane degli attori sociali.

 

 

Ma come si svolge questo lavoro? Fattore imprescindibile è ovviamente la curiosità. La sete di conoscenza, la voglia di esplorare, cercare, capire il mondo che ci circonda, seguendo un vero e proprio metodo sociologico.

 

 

La cultura giovanile e i social network sono il terreno di gara del cool hunter che attraverso immagini, articoli, video e post scova quelle che sono le innovazioni, le tendenze e gli scenari di riferimento in quel preciso istante e nel futuro. Ma non solo nel mondo online, infatti il ricercatore di tendenze opera anche nel mondo reale, espolorando mostre, negozi, locali, mercatini, ma anche quartieri, strade, stazioni. Tutti i luoghi dove si consuma veramente la vita e dove le persone si esprimono ogni giorno.

 

 

E’ un lavoro in continuo divenire, poichè il mondo contemporaneo viaggia ad una velocità rapidissima, mutando continuamente. Ciò che un bravo cool hunter sa fare bene è delineare, in anticipo sui tempi, le mode e i linguaggi “che verranno” nell’ambito degli eventi, dei media, dello spettacolo, del marketing, della comunicazione, del fashion system, dei consumi culturali.

 

 

 

 

More in Life Style

ERMANNODONADONI>
To Top