Connect with us
DIMMI

dimmi!

I germogli che colorano la dieta!

Food

I germogli che colorano la dieta!

Dopo il letargo collettivo dovuto all’inverno e dopo aver dato tanti strappi alle regole (forse troppi) è arrivato il momento di rivedere l’alimentazione, perché arriva la primavera… Ahimè dalle prime margheritine alla prova costume è un attimo.

Chiaramente ricorreremo tutte ai soliti metodi detox/dietetici, cosine leggere, tanta frutta e verdura (bollita), l’insalatina a pranzo di base, il pane integrale ovviamente e a cena pesce o carne bianca, scondita naturalmente, e quei crostini/grissini con zero percento di grassi che sembra di mangiare il cartoncino col prosciutto cotto.

Non so voi, ma a me è venuta una tristezza da fare invidia a Bridget Jones in fase depressiva. La salute alimentare è una cosa seria, ma non dobbiamo fare di tutto per renderla anche infinitamente triste, inventiamoci qualcosa!

Oggi mi sono venuti in mente i germogli, quelle foglioline che gli chef ultimamente appoggiano sulla nostra (triste) vellutata di cavolfiore o nelle insalate di lattuga, per renderle più colorate e più felici, tanto che le creme e le insalate non sono mai state così instagrammate come in questo periodo.

Oltre a constatare che regalino effettivamente allegria ai piatti dietetici, vogliamo concentrarci in primis sul gusto (che è quello che ci interessa) e sulle proprietà nutritive, dunque i germogli sono ricchi di minerali, proteine e vitamine, tra cui la vitamina B12 e la vitamina A, che per i vegetariani sono il top, sono super digeribili e aiutano l’organismo ad assimilare enzimi e aminoacidi.

Ma veniamo al sodo, il loro sapore non è dei più forti diciamocelo, ma danno certamente un tocco in più, se diminuiamo i condimenti due germoglietti possono solo migliorare il gusto. Si consumano crudi o cotti e possono essere mangiati anche da soli, sono perfetti quando vengono aggiunti a zuppe e minestre, riso e yogurt.

Attenzione alle amiche dal pollice verde (io non mi considero), i germogli possono essere coltivati nella vostra cucina grazie al germogliatore, dotato di sistema di irrigazione automatico e facile da pulire, nel quale è possibile curare dai classicissimi semi di soia a fagioli, lenticchie, piselli, trifoglio, barbabietole e ravanelli che danno ottimi germogli. Oltre alla sua funzione è anche un bellissimo oggetto di design che arreda la cucina, beh insomma, anche se non ho il pollice verde un bel germogliatore nella mia cucina ci starebbe proprio bene.

Adesso che siamo decisamente più informate non ci prepareremo più piatti tristi e senza colore, e potremo fare una dieta divertente, coltivando i nostri germogli sperando che, nel caso non lo avessimo, ci venga il pollice verde.

More in Food

ERMANNODONADONI>
To Top