Connect with us
DIMMI

dimmi!

Edie Sedgwick, UN’ICONA DI STILE

Life Style

Edie Sedgwick, UN’ICONA DI STILE

Negli anni ’60, l’America e il resto del mondo, vennero scossi dalla presenza e dall’esuberanza di una stella di rara perfezione e bellezza: Edie Sedgwick, grazie alle bizzarrie di Andy Warhol divenne un’icona pop e un personaggio.

Attrice, modella e fashionista, indimenticabili i suoi body, le calze nere, le maglie a righe e i suoi occhi da cerbiatta bistrati di nero.
Posò come modella per riviste importanti: Life nel settembre del 1965 e Vogue nel marzo del 1966; girò numerosi film, e cortometraggi, e per lei persero la testa molti personaggi famosi; Warhol in primis e il musicista Bob Dylan, per la quale si dice abbia scritto la bellissima Just like a woman.
Andy Warhol vide nell’anima della bella e ricca ereditiera una fiamma che la rendeva “un’opera pop vivente”, ne sfruttò fino in fondo le qualità, e come una stella cadente la sua fama si spense rapidamente.
Ma della sua breve esistenza resta il ricordo di tutti quelli che ebbero la fortuna di conoscerla e amarla.
Nel 2006 è stato prodotto un film “Factory Girl”, liberamente ispirato alla fulminea e particolare vita di Edie Sedgwick.
Sienna Miller nei panni dell’”Icona Pop” degli anni ’60 è superlativa.
Il regista George Hickenlooper incolla meravigliosamente su pellicola l’ascesa e il tracollo di una Stella che non ha avuto la forza di vincere le sfide che la vita le ha dato.
Lei splendente, tragica, brillante e debole, ma allo stesso tempo Mito che Andy Warhol ha creato e distrutto, che però, non è mai passato di moda.

Sienna Miller in Factory Girl.

Photo credits:

www.pinterest.com

 

More in Life Style

ERMANNODONADONI>
To Top